AUDI R18 E-TRON QUATTRO: CAMPIONI DEL MONDO


media-AM130154_mediumLa Audi R18 e-tron quattro 2014 è la vettura da competizione più complessa mai prodotta da Audi. Fin dal primo sguardo, appare evidente che la nuova sportiva ibrida è frutto dell’evoluzione continua della vettura che negli ultimi due anni ha trionfato nel Campionato Mondiale e a Le Mans. Tuttavia, in considerazione del nuovo regolamento LMP1 che entrerà in vigore nel 2014, Audi Sport ha di fatto riprogettato ogni singolo componente.

Il nuovo regolamento tecnico fornisce nuove definizioni di trasmissione, dimensioni della carrozzeria, sicurezza e aerodinamica. Con la nuova R18, Audi Sport ha adottato una filosofia simile al passato, seppure con soluzioni innovative e un sistema ibrido supplementare. I dettagli chiave:

Motore centrale V6 TDI riprogettato che trasmette la potenza alle ruote posteriori
• Il sistema ibrido e-tron quattro sull’asse anteriore (ERS-K – Energy Recovery System Kinetic, sistema di recupero dell’energia cinetica)
• Sistema ottimizzato di recupero dell’energia a volano
Sistema ibrido dotato di turbocompressore elettrico nel motore a combustione interna (ERS-H – Energy Recovery System Heat, sistema di recupero dell’energia termica)

La nuova R18 consuma fino al 30% di carburante in meno rispetto al modello precedente.

Oltre al motore a combustione interna, il propulsore prevede per la prima volta l’integrazione di due sistemi ibridi. Come nel passato, un’unità motore-generatore (MGU) recupera l’energia cinetica in fase di frenata sull’asse anteriore, trasmettendola al sistema di accumulo dell’energia a volano. Per la prima volta, il turbocompressore del motore a combustione interna è collegato a un dispositivo elettrico che permette di  convertire l’energia termica dei gas di scarico in energia elettrica, per esempio quando il limite di pressione viene raggiunto. L’energia passa anche al sistema di accumulo dell’energia a volano. In fase di accelerazione, l’energia accumulata può ritornare alla MGU sull’asse anteriore o all’innovativo turbocompressore elettrico, a seconda della strategia adottata.

La nuova monoscocca deve resistere a carichi più elevati. Al contempo, la struttura è stata rinforzata con degli strati di tessuto aggiuntivi, praticamente impenetrabili in caso di forte impatto. Ciò riduce il rischio che oggetti appuntiti possano entrare nella vettura. Per la prima volta viene introdotto l’obbligo di cavi di ritenzione delle ruote che collegano la struttura esterna delle sospensioni anteriori con la monoscocca e quella delle sospensioni posteriori con la struttura del telaio.

Partner internazionali a bordo
La nuova Audi R18 e-tron quattro scenderà in pista insieme a partner straordinari nella stagione 2014. Per la prima volta saranno presenti l’azienda brasiliana Aethra Sistemas Automotivos e la svizzera Oris per aiutare la difesa del titolo. I due nuovi partner completano il ventaglio internazionale di Audi Sport nel programma sportivo, che comprende Akrapovič, Alpinestars, Bosch, Castrol, ITK Engineering, Mahle, Michelin e OZ.


Top