Tuono Fucktory 2: nuda e cattiva

aprilia-tuono-factory-23Ciclistica tra le migliori in circolazione ed un motore bicilindrico che ha coppia da vendere. Queste sono le caratteristiche distintive della Tuono, una naked nata in un periodo sfortunato in casa Aprilia e poco capita dal grande pubblico, complice anche un frontale non digerito da molti. La Fucktory 2 rende giustizia alla nuda veneta con rivisitazioni estetiche e cure del dettaglio che la fanno diventare decisamente accattivante.

Who are you?
La base di partenza è un’Aprilia Tuono Racing del 2003 molto apprezzata per le sue qualità di guida e un po’ meno per quanto riguarda l‘estetica. Il raffinato pacchetto sospensioni Ohlins è composto da una forcella con foderi da 43mm e steli rovesciati, monoammortizzatore regolabile e ammortizzatore di sterzo. Il motore segue invece il classico schema bicilindrico Aprilia: posizione longitudinale con una V di 60 gradi, raffreddamento a liquido, 997,62 centimetri cubici di cilindrata con distribuzione bialbero a camme in testa e 4 valvole per cilindro. Le ruote sono OZ forgiate in alluminio con al posteriore un pneumatico da 190/55 rispetto al consueto 180. Invariata la misura anteriore da 120/70.

Segni particolari
La moto è stata modificata principalmente nell’estetica con una colorazione aggressiva, molto carbonio e tanti interventi all’anteriore e sul codone, con un particolare occhio di riguardo ai dettagli. Per snellire la parte frontale è stato utilizzato uncupolino KTM Superduke R modificato ed integrato con due fari poliessoidali sovrapposti, presi in prestito da una Suzuki da endurance e da un BMW GS Adventure. La strumentazioneAIM è stata inglobata in una struttura in vetroresina creata appositamente. Come per l’anteriore, anche la zona posteriore ha subito unaprofonda rivisitazione che ha permesso di snellire gli ingombri e slanciare la linea. La modifica prevede un ibrido composto da un telaietto proveniente da una Suzuki GSX-R e da un codone in vetroresina studiato per la Kawasaki ZX-10R del 2008. Gli unici componenti estetici rimasti originali sono il serbatoio, anche se dotato di tappo in ergal a sgancio rapido, ed il puntale in carbonio, optional Aprilia. Il parafango anteriore è stato modificato solo in piccola parte per renderlo simile a quello usato nelle gare diendurance al fine di consentire la rapida sostituzione del pneumatico. Come accennato, la ciclistica è di primo equipaggiamento ma per problemi di spazio dovuti al nuovo cupolino, l’ammortizzatore di sterzo ha abbandonato l’usuale posizione tra le due piastre di sterzo riposizionandosi sopra al manubrio grazie all’utilizzo di un supporto artigianale ricavato dal pieno. Per la meccanica è stato sostituito l’impianto di scarico singolo con collettori Akrapovic 2 in 2 e terminali Sc-Project con eprom SBK Aprilia Racing. L’aspirazione è migliorata con l’ausilio di un filtro aria BMC più poroso, mentre per la rapportatura troviamo un pignone da 16 al posto del 17. Nella parte anteriore dell’impianto frenante sono state sostituite le già ottime pinze originali Brembo biblocco ad attacco radiale, con un elemento monoblocco M4 ancora più performante, pompa radiale sempre Brembo 19×20, tubi in treccia Frentubo e freno posteriore Brembo P2 34. E’ stata sostituita anche la pompa frizione con una Brembo 16×18.

I numeri
Potenza dichiarata: 120 CV alla ruota
Pneumatici: Dunlop Qualifier 120/70 R17 ant. 190/55 R17 post.
Costo intervento: 9.351,65 euro

On board
La Tuono è la versione scarenatadell’Aprilia RSV Mille, e vanta quindi con una base ciclistica da vera sportiva. La prima sensazione è quella di una moto agile, soprattutto nei cambi di direzione, moltogestibile nella frenata grazie allargo manubrio. I suoi habitat naturali sono: strade ricche di curve e piste medio veloci comeFranciacorta, caratterizzate da una guida molto tecnica. Con le modifiche meccaniche apportate la moto è più veloce in uscita di curva, anche se troviamo un fastidioso on-off all’acceleratore che richiede maggiore sensibilità in fase di accelerazione e percorrenza. La sezione più generosa del pneumatico posteriore ha migliorato l’appoggio a terra incrementando la trazione. Per quanto riguarda l’inserimento in curva la moto scende in piega velocemente grazie al supporto della forcella Ohlins regolata dal proprietario in modo ottimale. Non si può dire altrettanto del mono per il quale sarebbe stata preferibile un’estensione più frenata. La mancanza di protezione aerodinamica penalizza il raggiungimento di velocità elevate, anche se si cerca di stare il più possibile “sdraiati” sul serbatoio. La posizione  in sella nel guidato trae vantaggio da dei raiser non troppo alti che permettono in questo modo di poter caricare il peso sull’anteriore nonostante il manubrio largo. La posizione delle pedane anche se regolabili, è rimasta pressoché invariata rispetto alla configurazione originale, ma offre comunque un buon angolo in fase di piega.

Bene …
–    Estetica: curata sia nella grafiche che nell’utilizzo dei materiali in carbonio
–    Sospensioni
–    Impianto frenante: pinze e pompa fanno la differenza

… ma non benissimo
–    Risposta on-off dell’acceleratore
–    Protezione aerodinamica inesistente con il nuovo cupolino
–    Regolazione del mono posteriore migliorabile

ESTETICA
Codone derivazione Kawasaki ZX 10R  ‘08 Plastic Bike 242,40 €
Lavorazione telaietto posteriore 200 €
Cupolino KTM Superduke R modificato  con faretti poliessoidali 230 €
Copri telaio carbonio artigianali 120 €
Copri forcellone carbonio artigianali 80 €
Verniciatura cerchi a polvere nero lucido 150 €
Anodizz.piastre di sterzo
Anodizz.manubrio
Anodizz.riser
Taglio parafanghi
Verniciatura Newdesign05 1.500 €
Protezioni forcella Valtermoto 77,80 €
Supporti cavalletto Valtermoto 45,10 €
Tappo serbatoio sgancio rapido Lightech 111,60 €

CICLISTICA
Attacchi ammortizzatore sterzo T-Special 130 €
Pneumatico posteriore Dunlop 190/55
Pedane Gi.Frap 202,50 €

IMPIANTO FRENANTE 
Pinze Brembo monoblocco M4  900 €
Pinza Brembo posteriore P2 34 502,80 €
Tubi aeronautici Frentubo 136,66 €
Pompa freno Brembo 19×20 279,20 €
Pompa frizione Brembo 16×18 361,20 €

MECCANICA ED ELETTRONICA
Collettori Akrapovic 2in2 2.400 €
Terminali carbonio SC-Project 680 €
Filtro aria BMC 74,40 €
Eprom Aprilia Racing
Pignone 16 denti
Strumentazione AIM 756 €
Comando gas rapido Robby Moto 171,99 €

Costo indicativo intervento (IVA inclusa): 9.351,65 €

Pistone Awards (il nostro voto da 0 a 5): 3 pistoni

Di chi è la moto:
Il proprietario è Jonathan “Bonzo” Lathiere, un appassionato motociclista che ha deciso di rivedere in meglio la sua Tuono rinominandola FUCKTORY 2.

Location dove l’abbiamo provata:
Pista: Autodromo “Daniel Bonara” Franciacorta
Meteo: sereno + 15°C
Il punto da “pelo”: grazie alla sua impostazione la Tuono ben digerisce il tracciato bresciano, ma il mono posteriore da regolare richiede un po’ d’impegno in uscita dalle curve, dove la moto tende a sedersi. Con un po’ di malizia e spostando il peso del corpo verso l’interno, si limita l’inconveniente.

Sei “figo” con…
Un abbigliamento alla “Ghost Rider” di certo non spiace su questa moto, ma noi abbiamo voluto anche dare un tocco di colore con il casco.
Nel nostro caso: Tuta, guanti e stivali Aplinestars, Casco X-Lite 802 “Legend” replica Pirovano, paraschiena Wave 2 Dainese.



Lascia un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top