Triumph Bonneville CML Special


Triumph Bonneville Special, grande impatto scenico per questa cattivissima café racer tutta Lodigiana.

Concept Test

Realizzata sulla base dell’insuperabile bicilindrico britannico della classica Bonneville, questa Special porta la firma dell’amico lodigiano Mattia Foroni.  Motor Artist e giovane preparatore del reparto di personalizzazioni CML Centro Moto Lodi con la passione per i dettagli e la creazione di pezzi uniciDopo mesi di duro lavoro, Mattia ha trasformato la classica bicilindrica di Hinckley in una café racer cattivissima e di grande impatto scenico.

Segni particolari

Non sono state fatte modifiche eccessive al motore e al telaio per non alterare la grande maneggevolezza e la sorprendente agilità, caratteristiche che hanno reso la, oggi come 50 anni fa, estremamente manovrabile. Il motore resta quindi un 865cc con testa e banda longitudinale del serbatoio in arancio brillante, alternando l’argento dell’alluminio spazzolato delle sovrastrutture al nero di motore e ciclistica. La spazzolatura del serbatoio e del parafango Mas è stata effettuata a mano, e il risultato è perfettamente armonizzato con la verniciatura personalizzata. Lo scarico è stato sotituito con  un impianto due-in-uno Zard Cross. Pneumatici più sportivi Michelin Power One nelle misure 120/70 e 150/60 al posteriore montati sui cerchi da 17″ sabbiati e verniciati di nero.

La lista delle modifiche non finisce qui. Sono stati utilizzati dei semimanubri LLS su cui sono state montate leve Joker. Un ulteriore tocco di grinta alla parte anteriore della moto grazie all’adozzione di specchietti bar-end della Rizoma, il faro Bates, sempre verniciato di nero, e la strumentazione digitale MotoScope Mini. Completano il quadro i soffietti per la forcella Triumph, il retrotreno caratterizzato dal faro a LED Valtermoto e alleggerito dal posizionamento laterale della targa. La catena di trasmissione arancio riprende la colorazione dei coperchi valvole.

Poche le modifiche sostanziali ma che è la cura per i particolari cambiano faccia alla “Bonni”. Quindi, ottimo lavoro Mattia! Un ringraziamento anche a Nicola Volpi per le foto e video.

 

Triumph Bonneville CML Special Photo Gallery

Clicca qui

 

 

 


Top