La Bluesmobile


Il 5 marzo 1982 moriva l’attore di Blues Brothers,John Belushi. Sono dunque passati trent’anni dalla tragica scomparsa.
Il cinema lo ricorda proiettando in questi giorni il film The Blues Brothers  del 1980. Film che lo ha reso un mito. Come non si può ricordare la loro Bluesmobile, una Dodge Monaco del 1974. Nel film, l’auto viene per l’appunto comperata ad un’asta del dipartimento di polizia di Mount Prospect, Illinois, acquistata per sostituire una Cadillac, che Elwood aveva barattato con un microfono. La Bluesmobile è equipaggata con il police package “Magnum 440 squad car“, versione speciale della Dodge Monaco per le forze di polizia, che comprendeva tra l’altro il propulsore 440 RB di produzione Chrysler, un V8 di 440 pollici cubici (7.209 cm³) della potenza di 375 CV (280 kW) a 4.400 giri/min, motore che equipaggiava anche un’altra famosa automobile dello spettacolo, il Generale Lee.

Nel descrivere l’auto a suo fratello Jake, Elwood dice: “Ti credo è della polizia! Motore truccato, sospensioni rinforzate, paraurti antistrappo, gomme antiscoppio e cristalli antiproiettile. E non c’è neanche bisogno dell’antifurto perché ho collegato tutti i contatti con la sirena.” e per dimostrargli che funziona perfettamente, compie un incredibile salto da un ponte mobile mentre questo è semiaperto.

Il film all’epoca entrò nel Guinness dei Primati con il record mondiale di “Maggior numero di auto distrutte in una sola pellicola”, e fu sorpassato dal suo stesso seguito nel 1998.

 


Top