ROMEO FERRARIS SBARCA IN GIAPPONE


Tokyo Auto Salon 2014 (2)La factory milanese cresce in Asia e dopo la Cina apre al mercato giapponese. In occasione del recentissimo “Tokyo Auto Salon” Romeo Ferraris srl ha annunciato l’apertura di Romeo Ferraris Japan, che commercializzerà nel paese del Sol Levante i prodotti Romeo Ferraris in collaborazione con Rosso Cars Ltd..

L’apertura in Giappone si affianca dunque all’attività racing sviluppata in Cina a partire dal 2011 e che lo scorso anno ha portato il team Romeo Ferraris alla conquista del prestigioso Campionato Pan Delta con ben cinque vittorie su sei gare disputate.

“Questo accordo s’inserisce nella strategia di crescita internazionale della nostra azienda – ha dichiarato Dario Calzavara, Amministratore Delegato di Romeo Ferraris – in cui il mercato giapponese ha un’importanza fondamentale. Esporteremo le nostre vetture complete Fiat 500Cinquoneby Romeo Ferraris da 210 cv omologate Euro 5, le parti in carbonio Romeo Ferraris e componentistica meccanica anche per altre autovetture. La professionalità e la passione di Rosso Cars ltd sono peraltro una garanzia di successo. Riteniamo che l’annuncio di Sergio Marchionne relativo all’accordo Fiat Chrysler – prosegue Calzavara – abbia ridato una grande credibilità a tutte le industrie italiane, grandi o piccole che siano, ed è un ulteriore motivo per essere ottimisti su quanto accadrà nel 2014. Per l’automobile made in Italy l’anno appena cominciato offre, soprattutto nei paesi asiatici, grandissime opportunità di erodere quote di mercato in primo luogo alle Case tedesche e coreane”.

Tokyo Auto Salon 2014Nei tre giorni di apertura (11/13 gennaio) il “Tokyo Auto Salon” ha registrato un’affluenza di quasi un milione di visitatori provenienti da tutto il Giappone, Cina, Hong Kong, Corea, Mongolia, Malesia. C’è infine da sottolineare che se il Tricolore ha sventolato grazie a Romeo Ferraris alla rassegna nipponica erano presenti più di 400 espositori (tra i quali Toyota, Subaru, Honda, Nissan, Suzuki, Daihatsu, Mercedes e tutti i maggiori ‘tuners’ tedeschi) che hanno mostrato il meglio della componentistica e del tuning internazionale.


Top